Comune Di Salerno


Potrebbe trattarsi, per esempio, della musica ad alto volume di un locale notturno, oppure di schiamazzi eccessivi nel cuore della notte, o di un animale particolarmente agitato che non la smette di farsi sentire in orari durante i quali si dovrebbe riposare. Viceversa, un rumore che viene ascoltato solo da poche famiglie (o perché è poco intenso, o perché la zona è scarsamente abitata) non costituisce reato. Infatti, se il rumore è comunque intollerabile, la vittima può citare il responsabile innanzi al giudice civile per ottenere una condanna alla cessazione dei rumori e un risarcimento del danno (danno che andrà materialmente provato, non essendo presunto nel semplice fatto dell’attività rumorosa).

A metà agosto, inoltre, viene organizzato addirittura un festival di musica etnica . Sotto casa nostra è stato creato un parco comunale con tanto di giochi e altalene che è frequentato da orde di bambini inferociti e repressi, figli di gente maleducata che evidentemente non è in grado di gestirli in altro modo che facendoli urlare a squarciagola durante tutte le ore del giorno e, nei periodi estivi, anche fino a tardi. Puntualmente, tutte le mattine io e la mia famiglia veniamo svegliati da un rumore fortissimo causato da un soffiatore a scoppio utilizzato da un operatore e da un macchinario per la pulizia delle strade. Io ho denunciato i sindaci pro tempore del mio comune ed i funzionari responsabili delle forze dell’ordine locali. Come era prevedibile non ho ricevuto alcuna risposta e le serate sono andate avanti con volume forse ancora più elevato per fare un dispetto a chi ha osato chiamare i Carabinieri. Avvisati molte volte i carabinieri pare che neanche loro riescano a fare niente.

  • Mi aspetto però il colpo di scena, anche perché il bar senza la musica è destinato a chiudere e sicuramente venderanno cara la pelle.
  • Sono esasperata, e mi sento ignorata da chi dovrebbe tutelarmi come cittadina.
  • Perché nonostante siamo andati a parlarci e lamentarci, continuano a comportarsi in questo modo.
  • Più di una volta è stato chiesto di mostrarci la documentazione dei lavori di insonorizzazione (tra l’altro tutte autocertificazioni!), ma fino ad ora hanno fatto orecchie da mercante.
  • La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana.

Come per ogni altra tipologia di immissione rumorosa in condominio, il limite che non deve essere superato è quello della normale tollerabilità, previsto dall’articolo 844 del codice civile. Il secondo comma invece prevede solo un’ammenda fino a 103 euro per chi esercita una professione o un mestiere rumoroso contro le disposizioni della legge o le prescrizioni dell’autorità. Sempre sul piano civilistico, è possibile esercitare anche una normale azione per il risarcimento del danno sulla base del principio contenuto nell’articolo 2043 del codice civile, che prevede, in via generale, il diritto al risarcimento nel caso di danno ingiusto derivante da fatto doloso o colposo altrui.

In generale, i proprietari dei locali devono porre la massima attenzione sul rispetto della soglia di tollerabilità dei rumori provocati da clienti o da qualsiasi dispositivo che generi suoni considerabili molesti, quali strumenti musicali o anche un semplice televisore messo a volume troppo alto nel cuore della notte. Puoi avviare un normale giudizio che può essere predisposto anche nelle forme di un ricorso d’urgenza al tribunale. Lo scopo è ottenere un’ordinanza del giudice con al responsabile viene ordinato di non molestare più i vicini . In caso di violazione, i giudice può disporre una sorta di “multa” per ogni giorno in cui l’ordine non verrà rispettato. In più, puoi avviare una causa ordinaria per ottenere il risarcimento. Tuttavia, in tal caso, occorre provare il danno subito, la compromissione della qualità di vita (come l’impossibilità di dormire o di riposare).

Abito in affitto in un condominio di 12 famiglie in una zona centrale di Varese. L’appartamento al piano terra è l’unico ad avere un giardino di proprietà, che sarà all’incirca di mq. I proprietari hanno diviso questa sorta di giardino in due e, da una parte hanno messo i giochi dei bambini, dall’altra 3 pastori maremmani adulti, cani da circa 50-60kg l’uno. Come qualsiasi persona sana di mente può immaginare, chiudere 3 cani da pastore costantemente in 10 metri quadri , non può che causare problemi.

Per quanto riguarda la disciplina vigente nel Comune di Torino, precisiamo che nel regolamento della polizia urbana un titolo intero è dedicato alla tutela della quiete pubblica e privata. Iniziamo col dire che la normativa specifica volta a definire la fascia oraria durante la quale non si possono effettuare lavori di ristrutturazione può essere rinvenuta nei regolamenti di polizia urbana del proprio Comune di appartenenza che stabiliscono gli orari silenzio comunali. Soprattutto, se si svolgono attività lavorative serali o si effettuano turni di notte la problematica certamente è ancor più sentita. Il picchiettare di un martello o il suono persistente di un trapano possono risultare alquanto fastidiosi. Le liti in condominio relative agli orari di lavori di ristrutturazione sono tra le più frequenti.

Oltre a quanto riportato nei regolamenti locali e nel regolamento condominiale, nei rapporti tra privati si potrà fare riferimento alle norme contenute nel codice civile in materia di immissioni, volte a regolare i rapporti tra proprietà confinanti. Dal punto di vista amministrativo, in caso di accertata https://plastiquesgyf.ca/niagara-casinos-impressment-attendant-contract-in-niagara-falls-on/ violazione del regolamento locale, il cittadino leso potrà chiamare la polizia urbana che provvederà a sanzionare i comportamenti illeciti. 1.Fermo restando quanto previsto da norme superiori in materia di livelli delle emissioni sonore e di superamento di tali livelli, senza specifica autorizzazione comunale, non possono esercitarsi, anche temporaneamente o saltuariamente, attività lavorative che siano fonti, anche potenziali, di inquinamento acustico tra le ore 22 e le ore 6. In ogni caso, prima di iniziare i lavori, è buona norma controllare il regolamento condominiale e verificare l’esistenza di ulteriori divieti o regole da rispettare. Chi, negli orari del silenzio in condomino, ascolta musica ad alto volume o utilizza trapani o altri strumenti rumorosi, rischia un ammonimento dell’amministratore di condominio e, nei casi peggiori, la condanna in tribunale.

L’amministratrice si è rivolta al proprietario dei locali che ha ottenuto un ridimensionamento del volume durato solo qualche giorno. In realtà anche i negozi adiacenti avvertono il rumore perché le apparecchiature sono state collocate senza alcun isolamento, ma essendo loro in affitto e il proprietario del locale è anche il proprietario di tutti i negozi esistenti nel condominio, preferiscono non esporsi. Il problema è che non rispettano gli orari di chiusura settimanale e quello di chiusura per legge alla domenica. Ogni giorno c’è musica ad altissimo volume , in poche parole sono i due gestori a incitare i clienti ad esultare con urla e fischi (hanno pure dato a loro „in dotazione“ una campana da suonare accompagnate sempre da urla forti).

Anche se non capita spesso, il Comune potrebbe disporre una propria normativa, che avrebbe valore solo in ambito locale, in cui indica gli orari di silenzio da rispettare nelle abitazioni e nei locali commerciali. Qui di seguito spiegheremo quando un rumore è reato, chi chiamare in caso di rumori e soprattutto in quali orari è possibile fare rumore. Se l’infrazione continua e l’assemblea condominiale non basta a risolvere la situazione di disagio tra vicini di casa, allora dovrete rivolgervi ai mezzi legali.

Preciso che il locale ha la sola licenza di somministrazione di bevande. Il maresciallo dei Carabinieri che guidava la pattuglia ha constatato di persona il rumore assordante che proveniva dal laboratorio del sig. Quell’ora aveva chiuso il locale, ma manteneva in attività il laboratorio rumoroso e dal mio appartamento lo ha chiamato all’utenza telefonica della sua abitazione, , invitandolo a venire presso il suo locale a spegnere immediatamente l’impianto rumoroso. Abitiamo in un condominio confinante con un grosso distributore, che oltre tutto ha un bar aperto 24 ore su 24 ed è meta quindi di varia umanità con tutto quel che ne consegue per quanto riguarda i rumori. Ma la fonte di rumore più fastidiosa e persistente, perché continua, è il compressore del metano, che si trova proprio vicino al confine con la nostra proprietà, esattamente a 14 metri in linea d’aria dal cancello dove tutti passano (che gli abitanti sono http://metalmax.cba.pl/2021/09/16/i-migliori-casino-del-2021/ circa 60, più eventuali altre persone di passaggio e che passano minimo 2 volte). Il compressore fa molto rumore perché è stato sostituito con un modello più grande ed essendo stato collocato nello stesso box è stata tolta la porta e quindi è come se fosse all’aperto (un rivenditore di questi https://talk.sharescript.net/2022/03/20/vulkan-vegas-сasino-online-【full-review-bonus-2022】/ box mi ha detto che la porta non è obbligatoria).


Schreibe einen Kommentar

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht.

Übersetzung